E VISSERO TUTTI FELICI E CONTENTI……..O QUASI!

Avete notato che mai nessuno parla di quante aspettative si creino le bambine in tenera età grazie ai cartoni animati? Tolto la questione del lieto fine, io intendo proprio sugli uomini, e sugli esseri umani in generale.

Cresciamo con l’idea che il ragazzo perfetto esista, e lo idealizziamo come un principe azzurro, pronto a salvarci ad ogni nostro grido: pronto a sorreggerci dopo ogni scivolone, pronto a portarci via quando le cose si mettono male.

Avete mai provato a chiedere aiuto al vostro fidanzato mentre sta guardando la sua squadra del cuore giocare? Bene, allora saprete meglio di me che nella migliori delle ipotesi, la sua risposta sarà un leggero grugnito, con un sguardo minaccioso della durata di due secondi, non di più altrimenti si rischia di perdere l’intera azione di gioco; nella peggiore bhe…che ve lo dico a fare.

Avete mai provato a cadere in un luogo pubblico? Bene, anche qui sappiamo che la migliore delle ipotesi sarebbe vedere il proprio fidanzato ridere fino alle lacrime senza nemmeno muovere un muscolo, se non quelli facciali; nella peggiore lui si allontanerebbe facendo finta di non conoscervi.

Avete mai provato a litigare con un’altra ragazza, magari in discoteca? Quelle cose da tirarsi i capelli, lanciare scarpe e quant’altro?! Bene, allora saprete benissimo che il vostro ragazzo sarà lì con voi, a incitarvi come se fosse una finale di Wrestling, sperando anche che magari qualche indumento si rompa nella speranza di notare qualcosa.

Insomma, dopo queste considerazioni possiamo affermare tranquillamente che Walt Disney è stato decisamente troppo tenero con noi bambine, e che le favole (censurate e modificate) dei fratelli Grimm erano decisamente più realistiche e obbiettive. Questo però non ci deve sviare, ma deve farci riflettere. Il lieto fine esiste per tutte, ognuna ha il proprio che aspetta di essere scritto; per alcune il principe azzurro sarà appunto azzurro, per altre rosso, e per altre ancora verde, tutti questi principi almeno una volta ci faranno piangere, arrabbiare e singhiozzare, ma tutti ci faranno emozionare, commuovere e sorridere: perchè non sono l’armatura scintillante, o il cavallo bianco a farci innamorare perdutamente, ma saranno un sorriso timido, uno sguardo o semplicemente una carezza, perchè noi ragazze ci siamo emancipate, non vogliamo più essere salvate, vogliamo solo essere amate!