La masturbazione cronica è una situazione che presa come definizione fa ridere, ma in realtà ha conseguenze che possono essere anche gravi per chi la pratica: ecco quali sono.

In questa lista andremo a parlare di un argomento che spesso si considera poco, a livello psicologico, come la masturbazione maschile. Generalmente si tratta nelle chiacchere “da bar”, e si prende in giro chi “ne fa particolarmente uso” magari perché non ha una ragazza. Ma alla fine tutti gli uomini lo fanno, chi più e chi meno, anche chi ha una vita sessuale attiva, e il troppo può portare ad una condizione psicologica detta “masturbazione cronica o compulsiva”, un disturbo che va curato. Per cui se avevate aperto questa lista per leggere “un braccio pù grosso dell’altro” e ridacchiare… ricredetevi.

10. Masturbarsi troppo aumenta lo stress

Geralt

Poniamo che in questo articolo non stiamo parlando di una volta ogni qualche giorno, ma di più volte al giorno e per tempi anche molto prolungati. A causa di una serie di fattori, alcuni dei quali vedremo nei prossimi punti, masturbarsi troppo significa incrementare i livelli di stress corporeo, stress che però aumenta quando non lo facciamo, più che quando lo facciamo. E lo stress non aiuta, tanto nel lavoro quanto nelle relazioni sociali, motivo per cui su internet sono nati addirittura dei gruppi di persone che cercano di smettere, indicando progressivamente i loro risultati, un po’ come i gruppi degli alcolisti.

9. L’uomo cerca la novità (e anche la donna, a volte)

Wikimedia

Uno dei problemi principali di questa situazione è che l’uomo, inteso come essere umano quindi comprese anche le donne, cerca la novità, come ben dimostra il successo di un recente libro, poi film, riguardante le perversioni sessuali. Internet, in questo, è una vera miniera di prodotti sempre nuovi che non spinge chi ne fa uso a cercare qualcosa altrove: con internet non si finisce mai, e quando abbiamo finito c’è sempre qualcosa di nuovo da vedere, peggiorando quindi la nostra situazione personale: bisognerebbe cercare la novità fuori, da qualche altra parte, ma accendere il computer spesso è più semplice.

8. La masturbazione cronica crea dipendenza

Wikimedia

Inutile girarci intorno, come già si è capito fin dal primo punto si tratta di un’attività che crea dipendenza, e non in senso figurato ma reale. La masturbazione provoca tra le altre cose il rilascio di una scarica di dopamina, una sostanza liberata nel cervello che identifica il piacere. Queste scariche, con il tempo, diminuiscono di potenza abituandosi alla situazione, e per cercare una potenza maggiore si continua a farlo sempre di più. Le quantità sono molto diverse, ma il principio non è così differente da quello dell’iniezione di alcune droghe nel sangue, che danno origine allo stesso fenomeno.

7. L’immagine che crea il nostro cervello rende difficile approcciarsi all’esterno

Womensportss

Chi entra in un giro del genere lo fa tendenzialmente perché non riesce ad approcciarsi con l’altro sesso, e su internet sono presenti una serie di filmati, girati anche in prima persona, che ti fanno immedesimare al massimo. Questo ci fa convincere, nella nostra testa, di essere diventati bravissimi a conquistare le ragazze e ci da una sensazione di sicurezza che è tutt’altro che corretta: ci convinciamo di una situazione che non è la nostra e lo facciamo sempre di più, quando invece avremo sempre più difficoltà con l’approccio esterno.

6. La masturbazione fa diventare ciechi (o quasi)

ClickFreeVectorImages

Questa storiella che sembra esser stata creata per mettere più paura che altro, in passato, sembra avere delle basi scientifiche, riconducibili alla liberazione di corticosteroidi, ossia di stress, di cui parlavamo prima. Lo stress infatti ha delle conseguenze biochimiche sulla vista, che tende con il tempo a calare, ma la cosa peggiore e che più contribuisce è il tempo che, con internet, si passa davanti al computer, che va unito al resto del tempo che passiamo davanti a uno schermo. Tutto insieme, si, c’è un calo della vista. Anche se diventare ciechi è un po’ troppo.

5. Si è stanchi senza fare nulla

Sanremo-Domains

Se masturbandoci liberassimo le calorie paragonabili a una giornata di corsa, nessuno correrebbe più. Ma un’altra conseguenza dello stress derivante dalla masturbazione cronica è la stanchezza, dovuta al fatto che non abbiamo un metabolismo normale perché lo stress brucia molta energia, durante il giorno, perché l’organismo riesca a superare la situazione stressante. Praticamente brucia energia per niente, ma questo fa sì che alla fine della giornata ci sentiamo stanchi, anche se in realtà non ci siamo mossi dalla sedia.

4. Si hanno perdite seminali

FreeVectorImages

Le perdite seminali sono una situazione dovuta al fatto che i dotti che collegano il testicolo all’uretra, che dovrebbero essere sempre chiusi, non stanno più chiusi a causa dell’eccessivo passaggio di materiale seminale. Non si tratta di eiaculazione precoce, però, ma di un disturbo diverso che fa sì che in alcuni momenti, ad esempio durante la notte, ci troviamo bagnati a causa di piccole perdite. Questo dipende da un difetto dei dotti, e anche se non è un problema grave (è più fastidioso che altro) non c’è rimedio, una volta che arriva.

3. Si rischia la disfunzione erettile
Wikimedia

La disfunzione erettile è una situazione che spaventa molti uomini, eppure uno studio medico tutto italiano ha dimostrato come la troppa masturbazione possa provocarla. L’erezione è infatti un meccanismo non solo fisico, ma anche mentale, basato sulla risposta corporea (dilatazione dei vasi) ad uno stimolo mentale. La masturbazione va in pratica ad interrompere questa comunicazione tra cervello e vasi sanguigni, così che diventa sempre piu difficile avere un’erezione, a lungo andare. Una delle situazioni che induce maggiormente gli uomini a smettere.

2. Il testosterone progressivamente cala

Wikimedia

Più ci si masturba, più il testosterone cala. È una cosa perfettamente logica se vediamo nel testosterone l’ormone che ci da tutta una serie di comportamenti virili (forza, crescita dei peli, resistenza, sviluppo delle masse muscolari) al fine di riprodurci. Per come la vedono le cellule testicolari che lo producono, se noi spesso abbiamo attività sessuale (loro non sanno come o con chi) producono meno, perché non abbiamo bisogno di ormoni. Come dire che più ci masturbiamo, meno virili diventiamo e questo potrebbe essere un grave problema, ancora una volta, nella vita reale.

1. Si diventa sempre più deboli e apatici

Geralt

Forse la più grave delle conseguenze della masturbazione cronica è il fatto che diminuisce progressivamente la produzione di un neurotrasmettitore, l’acetilcolina. Si tratta di una sostanza che si trova tra la fine dei nervi e l’inizio dei muscoli, ed è quella che, in pratica, dice al muscolo di contrarsi. Se non c’è, il muscolo non si contrae e anche se non arriviamo all’assenza completa (come succede con alcuni veleni, o con la tossina botulinica, che uccidono) ci sentiremo sempre più deboli e sarà sempre più difficile riuscire ad avere una vita normale. Pensiamoci.